caduta satellite ultima ora

Press Report

Fonti di notizie costantemente aggiornate sul prodotto

Share on Facebook Share on Twitter Share on Google+

Ads

La Caduta, gli ultimi giorni del Milan di Berlusconi

10 marzo 2015 05:15:55 Giornalettismo

Una storia di successi ridotta ad un cumulo di macerie a causa dell'incapacità della società di sopravvivere a sé stessa. Perché ai tifosi puoi togliere tutto, ma non la passione

Vice Tutte le news Time10 marzo 2015 05:15:55


Ads

Ghirardi, otto anni in caduta libera

28 febbraio 2015 06:41:12 MySyndicaat Feedbot: monrifnet_-all-global

Parma QUANDO l'ex presidente Tommaso Ghirardi ricevette dal commissario Parmalat Enrico Bondi le chiavi del Parma Calcio, la società non aveva un solo euro di debito. Otto anni più tardi, a poco più di due settimane dall'appuntamento in Tribunale che potrebbe decretarne il fallimento e la conseguente scomparsa, lo sprofondo rosso dei conti raggiunge picchi abissali: 197,4 milioni di debiti, a fronte di crediti pari a circa 105 milioni, ma si tratta di soldi, mediando il tecnicismo degli esperti che hanno visionato le carte, di difficile liquidità. Ben 95 dei 105 milioni di crediti, infatti, sono a bilancio come patrimonio giocatori: carta straccia nell'eventualità sempre più verosimile del fallimento. La Procura che ha aperto un fascicolo con l'ipotesi di bancarotta fraudolenta _ per ora senza iscrizioni nel registro degli indagati_ ieri mattina ha sentito come persone informate sui fatti due calciatori (Gobbi e il capitano Lucarelli) e l'allenatore Donadoni. I pm (Amara, Ausiello e Dal Monte) passeranno a setaccio i conti affidandone l'incombenza a consulenti nominati a breve: i numeri non convincono, così come non convince tutta la partita del cambio di proprietà. Le cifre, poi, hanno risvolti grotteschi. Negli otto anni della gestione Ghirardi-Leonardi il Parma ha concluso 1382 compravendite di giocatori, 670 in entrata, 712 in uscita. Solo nell'ultima stagione ha movimentato 325 giocatori contro una media dei club di A che è di 90. Grazie alle plusvalenze su cui vuole fare piena luce la magistratura il bilancio di 8 anni è positivo per 19 milioni. Nel vorticoso viavai di contratti, alcuni inspiegabilmente alti e pluriennali, figurano tanti atleti che non hanno mai messo piede in campo o a fine carriera, come Munari. Il Parma Calcio ha 48 milioni di debiti con le banche, 38 verso i fornitori e 18 relativi agli oneri previdenziali e crediti per 69, ma 50 di questi per la cessione del marchio alla capogruppo, mentre 28.8 milioni sono attesi dalla camera di compensazione acquisti/vendite. Ghirardi si è già scagliato contro il petroliere albanese Rezart Taci, al quale farebbero riferimento i tre presidenti lampo che si sono alternati alla guida del club (Doca, Giordano e Kodra) attraverso la società Dastraso, sede a Cipro, 1000 (mille) euro di capitale sociale versato, che avrebbe sborsato 8.651.100 euro per il 65% delle quote. E' credibile? Dastraso, all'inizio di febbraio, ha il suo pacchetto a Giampietro Manenti, titolare di Mapi Group, 7.500 euro di capitale versato, sede a Nova Gorica in Slovenia dove, curiosamente, c'è anche uno del club calcistici satellite del Parma con cui il duo Ghirardi-Leonardi ha triangolato svariate operazioni di mercato. La puzza di bruciato si sente a chilometri di distanza e il reato, se accertato, è di quelli che spalancano le porte del carcere. Lorenzo Sani

Vice Tutte le news Time28 febbraio 2015 06:41:12


Tartarughe, gli spostamenti ora controllati dai satelliti

24 febbraio 2015 12:51:04 Corriere della Sera on line versione rss

L’esempio di Go Go Luce, esemplare ferito recuperato presso l’isola di Montecristo. Dopo le cure e il rilascio in mare in due mesi ha percorso 1.500 km

Vice Tutte le news Time24 febbraio 2015 12:51:04


Dall'Iraq a Roma per fare satelliti, sogno dottorandi distrutto da Isil

28 ottobre 2014 10:25:08 Mondo

Di Martino Villosio Roma, 28 ott. (LaPresse) - 'Erano gli ultimi giorni prima del 19 giugno, giorno del lancio, ci trovavamo tutti in laboratorio qui a Roma e stavamo correndo contro il tempo per ultimare il satellite quando ho assistito a...

Vice Tutte le news Time28 ottobre 2014 10:25:08


Galileo: gli ultimi due satelliti potrebbero ancora aiutare gli scienziati?

08 settembre 2014 16:30:18 MySyndicaat Feedbot: monrifnet_-all-global

Il 22 Agosto, l’agenzia spaziale europea (ESA) ha lanciato gli ultimi due satelliti del sistema di navigazione globale “Galileo”. Ma qualcosa è andato storto ed entrambe le sonde sono finite in un’orbita errata. Dove? Il razzo vettore Soyuz - Fregat doveva portare i due satelliti su di un'orbita circolare posta 23222 km sopra la Terra, e inclinata di 56° rispetto all'equatore del pianeta. Stando alle prime analisi, il problema si sarebbe verificato nella parte superiore del razzo, che aumenta il carico utile alla sua orbita finale. Come risultato, i satelliti sono stati collocati in un'orbita ellittica con posizioni fino a 2.000 km troppo alte e 10 mila km troppo basse, con inclinazione anomale di circa 5° rispetto al piano previsto. I satelliti possono essere spostati nell’orbita corretta? Attualmente non esistono possibilità per effettuare manovre: i piccoli motori di cui le sonde sono dotati non permettono spostamenti di tale entità. Una società israeliana sta valutando l’ipotesi di costruire un piccolo razzo per agganciare i due satelliti e trascinarli l'orbita prevista, opzione piuttosto difficile e che difficilmente verrà applicata. Sarà comunque possibile utilizzare i dati di Galileo? Secondo gli esperti no: i parametri matematici errati non risulterebbero compatibili col sistema. Tra le opzioni valutate c’è quella di utilizzare i dati rilevati dai satelliti correggendoli attraverso una rete globale di decine di stazioni di terra (GNSS - Global Navigation Satellite System) e combinare tali informazioni con i dati di temporizzazione trasmesse dai satelliti stessi. Così ...

Vice Tutte le news Time08 settembre 2014 16:30:18


Spazio, Galileo: dispiegati i pannelli fotovoltaici su un satellite

27 agosto 2014 16:39:12 MySyndicaat Feedbot: monrifnet_-all-global

Non è detta l’ultima parola per i due satelliti Galileo (il sistema di navigazione satellitare europea nato per far concorrenza al GPS americano), finiti nell’orbita sbagliata venerdì 22 agosto. La scorsa notte si è proceduto con successo al dispiegamento dei pannelli fotovoltaici di uno dei due veicoli e presto si ripeterà l’operazione con il secondo. L’osservazione e lo studio del gruppo di esperti composto da personale dell'Esa, dell'agenzia spaziale francese Cnes e dell'azienda Ohb, costruttrice dei satelliti, procedono alla ricerca delle cause dell’errore e dell’analisi della situazione. Al momento non sembrano esserci pericoli : “Entrambi i satelliti –spiega la stessa Esa- continuano ad essere tenuti in uno stato di sicurezza, adeguatamente alimentati, orientati verso il Sole in modo corretto e tenuti sotto controllo”. E non solo : “Allo stesso tempo le squadre di tecnici stanno lavorando alla possibilità di sfruttare al meglio i due satelliti, nonostante le limitate capacità di propulsione e l’immissione in orbita non corretta (percorso ellittico anziché circolare e distanza dalla Terra di 17 mila chilometri anziché 23.522).” Ilaria Cesanelli icesanelli@class.it Riproduzione Riservata

Vice Tutte le news Time27 agosto 2014 16:39:12


Satelliti Galileo: lancio rinviato per maltempo

21 agosto 2014 14:31:46 MySyndicaat Feedbot: monrifnet_-all-global

Rinviato di 24 ore,  causa maltempo, il lancio dei primi due satelliti operativi del sistema europeo di navigazione Galileo. La partenza del vettore Soyuz era previsto per questo pomeriggio, alle 14:31 (ora italiana) dalla base europea di Kourou, nella Guyana francese. Il rinvio, dovuto al cattivo tempo, è stato deciso dalla società Arianespace che gestisce il lancio: ''La nuova data per il sarà decisa in base all'evoluzione delle condizioni meteo a Kourou'' riferiscono Agenzia Spaziale Europea (Esa) e Unione Europea. L'attesa è grande, visto che i due nuovi satelliti (i primi di una serie di proprietà integrale dell'Unione europea) andranno a raggiungere i quattro 'gemelli' già in orbita, segnando l'inizio della fase di piena capacità operativa del sistema Galileo. Miglioreranno così la disponibilità e la copertura del segnale offerto, con importanti benefici in molti campi: migliorerà per esempio la precisione dei navigatori installati su auto e telefoni cellulari, ma anche la sicurezza dei sistemi di trasporto su strada e rotaia e la velocità di reazione alle situazioni di emergenza. Redazione Classmeteo meteo@class.it

Vice Tutte le news Time21 agosto 2014 14:31:46


Cina: si grida a Ufo, ma è un satellite

19 maggio 2014 17:06:28 RSS di - ANSA.it

Caduti dal cielo tre oggetti di circa 40 chili

Vice Tutte le news Time19 maggio 2014 17:06:28


Violento «crash» sulla Luna: il satellite Nasa si schianta al suolo, su ordine di Houston (in fumo 280 mln di dollari)

19 aprile 2014 18:35:27 Il Sole 24 ORE - Homepage

«Ladee», il satellite Nasa che ha studiato l'atmosfera rarefatta della Luna negli ultimi mesi, si è schiantato al suolo del nostro satellite alle 5 circa, ora italiana, su ordine del centro di controllo di Houston. In fumo 280 milioni di dollari...

Vice Tutte le news Time19 aprile 2014 18:35:27


"Il boeing è caduto nell'oceano" L'annuncio del premier malese

24 marzo 2014 15:54:45 Il Giornale di Vicenza.it - Home

Nuove informazioni ottenute via satellite non lasciano dubbi, secondo le autorità malesi

Vice Tutte le news Time24 marzo 2014 15:54:45