dpr 27.12.2013 nomina cavalieri della repubblica italiana

Press Report

Fonti di notizie costantemente aggiornate sul prodotto

Share on Facebook Share on Twitter Share on Google+

Ads

Come Letta: i cavalieri italiani della Legion d’onore

28 marzo 2016 12:24:24 Corriere.it - Homepage

Dai sindaci di Milano, Albertini, Morati e Pisapia a personaggi della cultura come il regista Rosi, i connazionali insigniti dalla massima onorificenza francese

Vice Politica Time28 marzo 2016 12:24:24


Ads

Mattarella nomina Cavalieri al merito i giornalisti Federica Angeli e Paolo Borrometi

21 gennaio 2016 17:22:39 Repubblica.it > Politica

I due cronisti, rispettivamente di Repubblica e Agi, lavorano da anni sotto scorta per le loro inchieste sulla criminalità

Vice Politica Time21 gennaio 2016 17:22:39


Mattarella nomina Cavalieri al merito i giornalisti Federica Angeli e Paolo Borrometi

21 gennaio 2016 15:43:56 Repubblica.it > Homepage

Rispettivamente di Repubblica e Agi, entrambi lavorano da anni sotto scorta per le loro inchieste sulla criminalità

Vice Politica Time21 gennaio 2016 15:43:56


Il caso Carrai e il risiko delle nomine

18 gennaio 2016 13:51:37 Giornalettismo

Non c'è soltanto la possibile nomina del fedelissimo renziano alla cyber-sicurezza. Come spiega il quotidiano "La Repubblica", parte il valzer dei cambi nel sistema di sicurezza italiano. Dal capo della Polizia al comandante Gdf, tutte le poltrone dovranno essere cambiate

Vice Tutte le news Time18 gennaio 2016 13:51:37


Aeroporti: Dpr, 38 d'interesse nazionale

27 agosto 2015 19:11:00 MySyndicaat Feedbot: monrifnet_-all-global

(ANSA) - ROMA, 27 AGO - Il Consiglio dei ministri ha approvato uno schema di decreto del Presidente della Repubblica che individua i 38 aeroporti di interesse nazionale. Lo comunica la nota di Palazzo Chigi. Tra questi, viene poi riconosciuta una particolare rilevanza strategica a 12 (Milano Malpensa e Torino; Venezia; Bologna, Firenze/Pisa; Roma Fiumicino; Napoli; Bari; Lamezia Terme; Catania; Palermo; Cagliari), tra i quali sono stati individuati tre gate internazionali: Roma Fiumicino, Milano Malpensa, Venezia.

Vice Tutte le news Time27 agosto 2015 19:11:00


Nomine Mibact: 20 nuovi volti per i musei italiani

18 agosto 2015 12:53:36 Giornalettismo

Si tratta di Eike Schmidt, 47 anni, esperto di arte fiorentina. Ecco tutte le altre nomine

Vice Tutte le news Time18 agosto 2015 12:53:36


La strategia del Cavaliere

28 luglio 2015 09:37:05 MySyndicaat Feedbot: monrifnet_-all-global

NELLA penombra del suo studio di palazzo Grazioli, Silvio Berlusconi non appare affatto preoccupato per l’abbandono di Denis Verdini. I tendaggi preziosi oscurano finestre a loro volta oscurate dalle persiane: precauzioni utili ai vecchi proprietari del nobile palazzo per difendersi dall’afa romana. Inutili al Cavaliere, il cui appartamento è dotato di un condizionamento silenzioso e perfetto. Verdini, dunque. Ne parla come di un vecchio amico protagonista di un dissenso senza traumi: lui vuole sostenere Renzi, io credo che sia un errore. Ognuno per la sua strada e amici come prima. Berlusconi sa che per Renzi Verdini è un alleato che scotta. Che differenza c’è tra lui e i ‘responsabili’ che nel dicembre 2010 aiutarono il Cavaliere a sopravvivere alla scissione di Fini? I ‘responsabili’ che vanno in soccorso di un governo in difficoltà sono (dovrebbero essere) uguali sotto tutte le bandiere. Quanti insulti si prese allora Berlusconi? Renzi ha buona memoria e sa che i D’Alema e i Bersani non aspettano altro. Guai perciò se la riforma del Senato fosse approvata con il voto determinante dei nuovi ‘responsabili’. La guardia pretoriana serve alla salvaguardia del principe,non a vincere una battaglia. PERCIÒ Renzi farà di tutto per trovare i suoi ‘responsabili’ all’interno di quel Pd dove gli ‘irresponsabili’ che votano regolarmente contro il governo o lasciano l’aula al momento giusto sono troppi per stare dentro e fuori troppo a lungo. Il giorno in cui Renzi facesse un vero Partito della Nazione lasciando l’ancoraggio a sinistra, i D’Alema e i Bersani se ne andrebbero. Ma allora sarebbe la sigla Pd ad essersene già andata. BERLUSCONI sa benissimo tutto questo. Perciò Verdini non lo preoccupa più di tanto. I suoi pensieri vanno oltre. Perfino oltre Forza Italia. Il suo pensiero va a quel 54 per cento di italiani che secondo gli ultimi sondaggi oggi non voterebbero. 23 milioni di elettori. Gente che non protesta. Chi protesta va con Salvini o con Grillo. Berlusconi vuole recuperare chi sta zitto, chi è troppo schifato per parlare e per votare, chi pensa al giorno delle elezioni come a una giornata persa. A un anno dal compimento degli ottanta, l’uomo diventato ricco facendo vendere con la pubblicità i prodotti più cari agli italiani conosce ancora perfettamente gli umori del suo popolo. Come li conosceva nel ’94, quando fece in tre mesi un partito dal niente, lo imbottì di non politici e diventò all’istante presidente del Consiglio. CERTO, i tempi sono molto cambiati. L’unica costante sono rimasti alcuni magistrati che da Milano a Napoli lo vorrebbero in prigione. Ma lui pensa a una eredità che non è il ‘delfino’ di Forza Italia. Anzi, che non è più nemmeno Forza Italia. È l’Altra Italia, una cosa nuova e diversa che sappia dire a quei 23 milioni di disgustati: provate per l’ultima volta ad avere fiducia. Occorre tempo, certo. Ma occorre anche dare un’occhiata a quel che fa Renzi: le unioni civili in pasto alla sinistra e una politica economica di destra. Come farà il Cavaliere a votare no all’abolizione della tassa sulla prima casa? Già, come farà? Magari voterà sì, perché il copyright è suo: 2006, ultima battuta nel confronto televisivo con Prodi; 2008, prima riunione del Consiglio dei ministri. Anche Berlusconi vuole fare il suo Partito della Nazione, come nel ’94 quando mise insieme missini e leghisti, democristiani e socialisti, socialdemocratici e repubblicani e liberali. Chi farà la prima svolta? Chi sarà più convincente?

Vice Tutte le news Time28 luglio 2015 09:37:05


La strategia del Cavaliere

25 luglio 2015 09:16:41 MySyndicaat Feedbot: monrifnet_-all-global

NELLA penombra del suo studio di palazzo Grazioli, Silvio Berlusconi non appare affatto preoccupato per l’abbandono di Denis Verdini. I tendaggi preziosi oscurano finestre a loro volta oscurate dalle persiane: precauzioni utili ai vecchi proprietari del nobile palazzo per difendersi dall’afa romana. Inutili al Cavaliere, il cui appartamento è dotato di un condizionamento silenzioso e perfetto. Verdini, dunque. Ne parla come di un vecchio amico protagonista di un dissenso senza traumi: lui vuole sostenere Renzi, io credo che sia un errore. Ognuno per la sua strada e amici come prima. Berlusconi sa che per Renzi Verdini è un alleato che scotta. Che differenza c’è tra lui e i ‘responsabili’ che nel dicembre 2010 aiutarono il Cavaliere a sopravvivere alla scissione di Fini? I ‘responsabili’ che vanno in soccorso di un governo in difficoltà sono (dovrebbero essere) uguali sotto tutte le bandiere. Quanti insulti si prese allora Berlusconi? Renzi ha buona memoria e sa che i D’Alema e i Bersani non aspettano altro. Guai perciò se la riforma del Senato fosse approvata con il voto determinante dei nuovi ‘responsabili’. La guardia pretoriana serve alla salvaguardia del principe,non a vincere una battaglia. PERCIÒ Renzi farà di tutto per trovare i suoi ‘responsabili’ all’interno di quel Pd dove gli ‘irresponsabili’ che votano regolarmente contro il governo o lasciano l’aula al momento giusto sono troppi per stare dentro e fuori troppo a lungo. Il giorno in cui Renzi facesse un vero Partito della Nazione lasciando l’ancoraggio a sinistra, i D’Alema e i Bersani se ne andrebbero. Ma allora sarebbe la sigla Pd ad essersene già andata. BERLUSCONI sa benissimo tutto questo. Perciò Verdini non lo preoccupa più di tanto. I suoi pensieri vanno oltre. Perfino oltre Forza Italia. Il suo pensiero va a quel 54 per cento di italiani che secondo gli ultimi sondaggi oggi non voterebbero. 23 milioni di elettori. Gente che non protesta. Chi protesta va con Salvini o con Grillo. Berlusconi vuole recuperare chi sta zitto, chi è troppo schifato per parlare e per votare, chi pensa al giorno delle elezioni come a una giornata persa. A un anno dal compimento degli ottanta, l’uomo diventato ricco facendo vendere con la pubblicità i prodotti più cari agli italiani conosce ancora perfettamente gli umori del suo popolo. Come li conosceva nel ’94, quando fece in tre mesi un partito dal niente, lo imbottì di non politici e diventò all’istante presidente del Consiglio. CERTO, i tempi sono molto cambiati. L’unica costante sono rimasti alcuni magistrati che da Milano a Napoli lo vorrebbero in prigione. Ma lui pensa a una eredità che non è il ‘delfino’ di Forza Italia. Anzi, che non è più nemmeno Forza Italia. È l’Altra Italia, una cosa nuova e diversa che sappia dire a quei 23 milioni di disgustati: provate per l’ultima volta ad avere fiducia. Occorre tempo, certo. Ma occorre anche dare un’occhiata a quel che fa Renzi: le unioni civili in pasto alla sinistra e una politica economica di destra. Come farà il Cavaliere a votare no all’abolizione della tassa sulla prima casa? Già, come farà? Magari voterà sì, perché il copyright è suo: 2006, ultima battuta nel confronto televisivo con Prodi; 2008, prima riunione del Consiglio dei ministri. Anche Berlusconi vuole fare il suo Partito della Nazione, come nel ’94 quando mise insieme missini e leghisti, democristiani e socialisti, socialdemocratici e repubblicani e liberali. Chi farà la prima svolta? Chi sarà più convincente?

Vice Tutte le news Time25 luglio 2015 09:16:41


Mattarella incontra l'astronauta Cristoforetti. E la nomina 'Cavaliere di Gran Croce'

20 luglio 2015 12:46:44 MySyndicaat Feedbot: monrifnet_-all-global

Il presidente della Repubblica incontra 'Astrosamantha' tornata sulla terra l'11 giugno scorso

Vice Tutte le news Time20 luglio 2015 12:46:44


Berlusconi vuol rottamare Forza Italia (e lanciare L’Altra Italia) | Repubblica

16 luglio 2015 09:20:44 Giornalettismo

Il Cavaliere sarebbe intenzionato a creare un partito di personalità della società civile. Lo rivela un retroscena di Repubblica

Vice Tutte le news Time16 luglio 2015 09:20:44