10 buoni motivi per visitare la Danimarca

10 buoni motivi per visitare la Danimarca

28/12/2018 Off Di admin

10 buoni motivi per visitare la Danimarca
in foto: Fyn, Castello di Egeskov – Foto Pixabay

Un paese nordico che riscalda il cuore. Un controsenso? No di certo. Un viaggio in Danimarca è un’esperienza che sorprende anche il turista più disincantato. Sarà che i suoi paesaggi rurali sembrano usciti da un poetico libro di illustrazioni, sarà per il sorriso dei suoi abitanti o per le sue accoglienti città a misura d’uomo, ma una vacanza in Danimarca vi regalerà emozioni a non finire. Non a caso, i suoi abitanti sono definiti i più felici del mondo. Ecco dieci buoni motivi per visitare la Danimarca.

Scenari multicolori

Le coloratissime case del porto di Copenaghen – Foto Wikipediain foto: Le coloratissime case del porto di Copenaghen – Foto Wikipedia

Forse per contrastare le avverse condizioni climatiche, le antiche abitazioni della Danimarca si distinguono per i loro colori vivaci. Pareti, portali e finestre si rivestono delle più impensabili e sgargianti combinazioni cromatiche. Note variopinte che regalano intensi colpi d’occhio.

Borghi e castelli sospesi nel tempo

Helsingor, il Castello di Kronborg – Foto Maxpixelin foto: Helsingor, il Castello di Kronborg – Foto Maxpixel

La Danimarca ospita numerosi villaggi dove si respira ancora l’atmosfera vichinga. Tra stradine acciottolate, castelli e architetture in pietra, possiamo imbatterci in tanti piccoli gioielli che sembrano raccontarci di un passato rimasto intatto. Tra i borghi da non perdere figurano un gioiello medievale come Ribe, la città più antica della Danimarca, o Helsingør, con il castello rinascimentale di Kronborg, famoso per essere l’ambientazione dell’Amleto di Shakespeare e dichiarato Patrimonio UNESCO. Un altro luogo da sogno è l’isola di Bornholm, dove si trova una delle fortezze più grandi d’Europa.

Una costa pittoresca

Spiaggia dello Jutland – Foto Pixabayin foto: Spiaggia dello Jutland – Foto Pixabay

Un luogo molto speciale in Danimarca è la costa settentrionale dello Jutland. Una zona dal fascino pittoresco, con spiagge candide e dune sabbiose immerse nella natura selvaggia. Skagen, nella punta nord estrema, è una bellissima oasi di pace, un villaggio di pescatori immerso nella natura e con spiagge bianchissime. All’estremità della penisola si trova Grenen con l’incontro dei due mari di Skagerrak e Kattegat, oltre al deserto di Råbjerg Mile con le sue dune di sabbia. Nello Jutland occidentale si trova invece il parco nazionale dello Wadden Sea, dichiarato Patrimonio UNESCO.

La campagna danese

Fyn, Castello di Egeskov – Foto Pixabayin foto: Fyn, Castello di Egeskov – Foto Pixabay

Campi di grano e colza sterminati, stradine sterrati e casette rurali all’orizzonte. La campagna danese è una vera gioia per gli occhi, oltre a rappresentare un’area di grande valore storico-culturale. In particolare, le tipiche abitazioni bianche e nere con il tetto di paglia sono state proclamate patrimonio nazionale dallo Stato danese. Ai proprietari è vietato apportare modifiche per modificare l’aspetto originario di queste case che appartengono a tutti gli effetti al folklore locale. Tra le bellezze architettoniche da salvaguardare spicca l’antica città di Fyn, un pittoresco villaggio del XVIII-XIX secolo perfettamente conservato.

Copenaghen e le sue fiabe

Copenaghen – Foto Pixabayin foto: Copenaghen – Foto Pixabay

La capitale della Danimarca è una città vivibile e ricca di attrazioni. La città si presta a passeggiate a tutto relax lungo i suoi canali navigabili, i palazzi settecenteschi e le chiese monumentali. Immancabile la visita nei luoghi dello scrittore Hans Christian Andersen con una foto davanti alla statua della Sirenetta. Copenaghen è perfetta da girare a piedi o in bicicletta, essendo una delle città più bike-friendly d’Europa.

Aarhus, la capitale culturale

Aarhus – Foto Wikimedia Commonsin foto: Aarhus – Foto Wikimedia Commons

Aarhus, la seconda città della Danimarca, è un luogo brulicante di attività culturali. Benché sia stata fondata nell’VIII secolo in piena epoca vichinga, un quinto della popolazione è composta da studenti. Completano il quadro festival musicali, eventi culturali, un’architettura degna di nota e il museo d’arte ARoS, che offre una splendida veduta panoramica dell’intera città.

Un viaggio per tutta la famiglia

Legoland Billund – Foto di Bobby Hidyin foto: Legoland Billund – Foto di Bobby Hidy

La Danimarca è un paese family friendly, per cui se avete bambini al seguito potrete ritenervi soddisfatti. Ogni spazio pubblico, come ristoranti, bar o musei, ospita un’area dedicata ai bambini e ogni cittadina ospita ludoteche e parchi gioco a volontà. I vostri piccoli esploratori apprezzeranno molto Legoland, un mondo fantastico dove ogni elemento, dalle riproduzioni di grandi città a di Star Wars, è composto dai famosi mattoncini colorati. A Copenaghen invece, oltre ai Giardini di Tivoli, il secondo parco divertimenti più antico d’Europa, troviamo il museo della posta, che ripercorre 400 anni di storia della comunicazione, con numerose attività interattive dedicate ai più piccoli.

I festival musicali

Roskilde Festival – Foto Wikimedia Commonsin foto: Roskilde Festival – Foto Wikimedia Commons

Se siete amanti della buona musica, in Danimarca troverete più di un’occasione per scatenarvi ad un raduno rock o per ascoltare le suadenti note del jazz. Un evento su tutti, il Festival di Roskilde, rassegna che ha visto alternarsi sul palco i più grandi nomi del rock. Nella capitale si segnalano il Copenhagen Jazz Festival e lo STRØM, rassegna di musica elettronica, mentre nella città di Aarhus si tengono il NorthSide Festival, l’Aarhus Vocal Festival e l’Aarhus Jazz Festival. A Skanderborg si tiene invece lo Smukfest, manifestazione musicale immersa nel verde di una foresta di faggi.

Lo stile di vita ecosostenibile

Ciclista a Copenaghen – Foto Flickrin foto: Ciclista a Copenaghen – Foto Flickr

La Danimarca è l’ideale per gli amanti dell’ecoturismo. Se amate le attività all’aria aperta, c’è l’imbarazzo della scelta: potete optare per un trekking o per una gita in kayak tra le meravigliose località della costa, come le pittoresche scogliere di Møn. In ogni caso, i danesi vivono praticamente in simbiosi con la loro bici e pedalare su due ruote è una componente indispensabile della vita sociale. Una nota di merito per la cucina locale, con ingredienti biologici e a chilometro zero. Il cibo spazzatura e i fast food sono banditi, tutt’al più vanno forte i locali di fish and chips. Se saprete superare l’impatto con gli abbinamenti gastronomici a tratti bizzarri, potrete degustare delizie inaspettate. La ricerca di uno stile di vita green ha portato alla fondazione di villaggi ecosostenibili come il Selvofrsynende Landsby, situato a sud di Fyn: si tratta di un gruppo di nuclei familiari che traggono sostentamento da agricoltura e allevamento in completa autonomia e costruiscono le proprie abitazioni secondo criteri di efficienza energetica.

Conoscere il popolo più felice del mondo

Folla davanti alla statua della Sirenetta a Copenaghen – Foto Maxpixelin foto: Folla davanti alla statua della Sirenetta a Copenaghen – Foto Maxpixel

Gli abitanti della Danimarca sarebbero i più felici del mondo, secondo quanto affermato dal World Happiness Report. Sono numerosi i fattori che concorrono a stabilire questo primato: i valori dell’uguaglianza sociale, della tolleranza e della solidarietà, l’accesso all’istruzione per tutti, un sistema sanitario funzionante, un basso tasso di disoccupazione e un PIL elevato. In generale, i danesi sprigionano positività e gioia di vivere. Praticano uno stile di vita rilassato e anticonformista, sanno apprezzare le piccole cose e affrontano la vita quotidiana con il sorriso. Un vero modello da imitare.

Fonte: 10 buoni motivi per visitare la Danimarca