Oro, come investire? Lingotti, sterne d’oro e altro

Investire nell'oro è una pratica che esiste da moltissimi anni, già prima della terribili crisi economica che si è scatenata nel 2008. Infatti il valore di questo ha sempre mantenuto un andamento crescente, garantendo una discreta sicurezza agli investitori. In particolare in tempi di crisi, quando si verificano processi di inflazione e il valore dell'oro aumenta in maniera notevole.

Ma quali sono le motivazioni principali per investire nell'oro?

Innanzitutto è importante sottolineare come l'oro sia comunque una risorsa finita e limitata. Parliamo di un metallo prezioso ricavabile attraverso l'estrazione nelle miniere, quindi, con il passare del tempo, le scorte di oro andranno a diminuire. Questo vuol dire che il suo valore andrà sempre crescendo, anche grazie alla continua domanda offerta dai paesi in via di sviluppo. In Cina, investire nell'oro, è una pratica che fa' parte della tradizione, in quanto lo considerano un materiale il cui valore rimane immutabile.

Inoltre quando avvengono delle situazioni di crescita della domanda, causate dall'insorgere di incertezze finanziarie, l'oro tende ad aumentare di valore anche grazie alla gente e agli investitori, i quali tendono ad affidarsi. Infatti molto spesso capita che il prezzo dell'oro raggiunge i livelli più alti proprio nei momenti in cui la fiducia nei governi è più bassa.

Ma quanto oro conviene acquistare?

Secondo gli analisti e gli esperti nel settore, come suggerito su Banco Metalli First, è consigliabile convertire in oro dal 10 al 15 per cento i propri investimenti, con i più ottimisti che tendono anche ad aumentare questa percentuale. Un altro consiglio è quello di investire in tali proporzioni mensilmente, così da garantire un investimento costante. Sono tantissimi gli investitori che acquistano oro per proteggersi dall'inflazione, anche se, ovviamente, è necessario dotarsi di buoni sistemi di sicurezza per custodirlo in modo tranquillo.

Come investire in oro?

Quando si pensa ad acquistare oro viene subito in mente l'idea di comprare lingotti dalle grandi dimensioni, ma bisogna sapere che non è l'unica possibilità che si ha a disposizione. Ad oggi sono diversi i modi per investire nell'oro, sia se si decida di effettuare piccoli investimenti, sia se si decide di guadagnare effettivamente con questo.

Acquistare oro fisico significa comprare lingotti, sterline, monete o gioielli. Il lingotto è sicuramente la forma che viene preferita per conservarlo, infatti viene conservata in tutte le banche e dai privati, custoditi in caveau e cassaforti. I lingotti, però, prima di essere venduti e acquistati vengono sottoposti a dei controlli, dato che si trovano in un mercato fortemente regolamentato. Quindi un rifinitore autorizzato dovrà apportare un certo numero di serie, per poi valutarne la purezza e il peso in maniera completamente ufficiale.

Anche i gioielli sono un metodo molto utilizzato, infatti rappresentano ben la metà della domanda mondiale di oro. Ovviamente, però, non conviene investire in gioielli dato che risultano molto più costosi. Le monete d'oro, invece, possono essere un'altra soluzione di piccolo investimento, come la sterlina d'oro, il marengo italiano e il franco svizzero.

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi