Come Si Calcola la Rata del Mutuo? Formule ed Esempi Pratici

Il più delle volte quando si acquista un immobile, dato l’investimento oneroso di denaro, si procede con il pagamento del mutuo attraverso un sistema di rate. Ci si affida nella maggior parte dei casi a delle banche, anche in caso di bonus, ma è importante sapere come effettuare il calcolo della rata del mutuo per sapere se è un’opzione valida per agevolare il tuo investimento.

In primis è importante calcolare in anticipo l’entità della rata, ma anche sapere con certezza a quanto ammonta la valutazione della casa che vuoi acquistare. Esistono vari modi per calcolare la rata e attraverso sistemi online è possibile capire quale tipologia di mutuo è più adatta alle tue esigenze. 

Perciò: come si calcola la rata del mutuo? Vediamo insieme formule ed esempi pratici, che ti aiuteranno a comprendere meglio questo tema molto discusso nel settore immobiliare.

Cosa incide sulla rata del mutuo?

Prima di comprendere come si calcolano le rate del mutuo, analizziamo quelle che sono le variabili che incidono sul pagamento. È importante considerare i dati relativi al valore dell’immobile preso in considerazione e quelli relativi alla finalità del mutuo. La loro importanza è legata all’incisione sugli interessi da pagare. Ciò poiché ci sono alcune banche che applicano delle tassazioni differenti, considerando il rapporto tra il mutuo ed il valore dell’immobile. 

Anche altri fattori come ad esempio i tassi e la durata del finanziamento per l’acquisto di una seconda casa o per la ristrutturazione, possono essere convenienti o meno rispetto agli stessi applicati alle principali abitazioni. 

Tra le banche che operano per offerte mutuo a tasso fisso ci sono Credem banca, BPER banca e BNL.

Metodo per il calcolo

Quando si opta per un sistema di rateazione, le banche o gli istituti di credito condividono con gli acquirenti un piano di ammortamento, che più nel dettaglio viene chiamato piano di rimborso del prestito concesso. È fondamentale per ogni persona che decide di intraprendere questa strada, avere un’idea più dettagliata dell’importo delle rate che si andranno a pagare. 

Per fare ciò esiste una semplice formula matematica che può chiarirti le idee. In tale formula sono presenti dei concetti che è bene conoscere, vediamo l’elenco:

  • C= il capitale, dunque l’importo del finanziamento
  • TA= il Tasso annuo del finanziamento espresso in decimali (0,03= 3%)
  • PA= periodi annui, ovvero il numero di rate che vengono pagare in un anno (per esempio 12 se le rate sono mensili)
  • A= numero di anni previsti in totale per il rimborso

Detto ciò la formula da considerare è la seguente: C x (1 + TA / PA)(PA x A). TA / PA: (1+TA/PA)(PA x A)-1).

Esistono anche altri metodi per semplificare la simulazione della rata del mutuo, scopriamo quali sono nella prossima sezione di questo articolo.

Calcolo del mutuo con Excel

Esiste anche un’alternativa, tramite Excel, per calcolare la rata del mutuo. Prima di utilizzarlo è bene considerare tre concetti fondamentali: tasso di periodo, periodi totali e capitale. Per tasso ri periodo s’intende il tasso annuo, per periodi totali quelli dati da periodi annui per anni e quello capitale in segno negativo. 

Per effettuare il calcolo dovrai utilizzare la funzione “VA” di Excel con i seguenti parametri: tasso di periodo, periodi totali e rata in segno negativo. Invece per calcolare il tasso la formula è un po’ più complessa. Ti consigliamo di utilizzare la formula di Excel ("TASSO"), ed in questo modo vi fornirà il risultato dopo aver inserito valori di periodi totali, rata e capitale. Il risultato vi sarà fornito in modo del tutto automatico.

Calcolo rata mutuo online

In primo luogo è bene precisare che qualora si voglia scegliere di calcolare la rata del mutuo mediante sistemi online è opportuno assicurarsi che il computo venga effettuato utilizzando il piano di ammortamento alla francese, ovvero il sistema di calcolo che viene adottato in Italia dalle banche e dagli istituti di credito che erogano i mutui. Farlo online è una delle alternative più semplici, perciò vediamo nel dettaglio quali sono gli step. 

Vi verranno sicuramente richiesti i dati negli appositi calcolatori di rata del mutuo, che sono disponibili online. In pochi secondi il simulatore provvederà in automatico a indicare l’importo mensile da pagare. Questa opzione è molto semplice ed automatica, che ti consente di ottimizzare il tempo e svolgere il calcolo della rata mutuo in pochi passaggi senza complicazioni.

Esempio calcolo rata mutuo

Considerando un mutuo di 20 anni da 100.000 euro a tasso fisso e con un tasso di interesse del 2,5%, supponiamo di calcolare la rata. Inserendo all’interno del calcolatore online i dati, si ottiene circa una rata di 530 euro mensili. Questa rata sarà costante nel tempo, siccome si tratta di una rata che non muta durante il periodo di rimborso. 

Considerando invece un tasso di interesse dell’1,5%, trattandosi di un tasso variabile, la rata mensile da pagare è di circa 483 euro. Tale rata può però variare in alto oppure in base a seconda delle oscillazioni del parametro Euribor.

Esempio: costo di un mutuo di 150.000 euro

Se ad esempio consideriamo un finanziamento di 150.000 euro, che prevede un tempo di restituzione pari a 25 anni, l’importo della rata è di 600 euro circa. Se invece consideriamo dei tempi di restituzione più alti, come ad esempio 30 anni a tasso fisso, il richiedente del mutuo deve versare circa 460 euro.

Calcolo del rapporto rata reddito

Uno dei temi più frequenti in materia di mutuo è quello del calcolo della rata reddito, per questo vediamo come si effettua. Per i dipendenti bisogna considerare il reddito netto annuo e dividerlo per 12 mensilità e su quest’ultimo risultato l’istituto calcolerà il rapporto rata reddito

Ad esempio se il netto annuo è di 24mila euro: 12 = 2mila euro -> rapporto r/r al 35% = 700 euro di rata.

Percentuale dello stipendio destinata alla rata del mutuo

Secondo la banca c’è una percentuale dello stipendio che può essere destinata alla rata del mutuo. Questo equivale al 33%, ma ci sono alcune banche che concedono rate del mutuo fino ad un massimo del 20% dello stipendio.

Come si fa a sapere quanto si può prendere di mutuo?

Di solito l’importo massimo finanziabile equivale all’80% del valore di mercato del bene immobile oggetto dell’ipoteca. Questo vuol dire che è possibile ottenere un finanziamento che non deve superare, ma nemmeno essere inferiore al prezzo della casa, che tu acquirente hai intenzione di comprare.

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi